Seleziona una pagina

Tra le magie di un buon caffè espresso non vi sono solo gusto e aroma: in molte culture – così come in quella italiana – il caffè ha una valenza più ampia, andando a investire molti campi e rendendosi protagonista di aneddoti e notizie curiose, alcune avvallate da ricerche scientifiche.

Ecco dieci curiosità sul caffè che non sapevate e che vi stupiranno durante queste festività.

  1. L’etimologia della parola caffè è antichissima

Da dove proviene il nome “caffè”? Probabilmente avete letto qualche indizio dal nostro articolo sull’antica storia del caffè, che ne pone le origini nelle tribù di allevatori in Etiopia. E infatti per alcuni studiosi l’etimologia del termine proverrebbe proprio da una città etiope dove il caffè cresceva liberamente e dove se ne sarebbero visti i primi impieghi: la città di Caffa. Un’altra teoria vorrebbe invece l’origine del nome nel termine arabo “qahwa“, trasformatosi poi col tempo nel turco “khave”, per raggiungere infine l’Europa tramutandosi in “caffè”.

  1. Un consumo miliardario

Quando diciamo che il caffè è una delle bevande più consumate del pianeta non stiamo esagerando: sapete quante tazze di caffè vengono consumate ogni giorno nel mondo? Ben 1 miliardo e 6 milioni.

  1. Il paese che consuma più caffè

Se vi chiedessero quale sia il paese che consuma più caffè, di certo pensereste all’Italia – dove il caffè è una tradizione ben radicata – o gli Stati Uniti con la loro passione per il caffè americano. E invece c’è una sorpresa: il paese con il più alto consumo di caffè è…la Finlandia. Nella classifica prima di noi anche canadesi, austriaci, svizzeri e danesi.

  1. La città italiana dove si consuma più caffè

E se invece prendessimo in considerazione solo l’Italia, quale sarebbe la città nella quale il consumo di caffè è al top? Il risultato non è una gran sorpresa: Napoli, ovviamente. Tra caffè sospeso e caffettiera napoletana, la città partenopea è particolarmente affezionata a un buon espresso.

  1. L’orario ideale per un buon caffè

Non parliamo solo di quantità, ma anche di qualità: esistono infatti alcuni accorgimenti che possono rendere il consumo di una tazzina di caffè un piacere doppio. Non ci riferiamo alle regole del galateo e caffè, ma agli orari nei quali il consumo di questa bevanda sarebbe perfetto perché darebbe piacere senza provocare assuefazione: secondo una ricerca dell’Università del Maryland, l’orario che si estende tra le 9.30 e le 11.30 del mattino è quello perfetto.

  1. Il caffè decaffeinato e la caffeina

Se avete seguito questo blog attentamente, saprete che il caffè decaffeinato…in realtà non è decaffeinato. Come spiegato nel nostro articolo sul processo di decaffeinizzazione, il caffè dec contiene comunque una minima, praticamente impercettibile, dose di caffeina. L’unico caffè effettivamente privo di caffeina è quello ottenuto dalla Coffea Charreriana, varietà rara di pianta del caffè originaria del Camerun.

  1. Caffè e tolleranza

Se pensate la caffeina contenuta nel caffè possa rendervi troppo nervosi e aggressivi, la scienza vi smentisce: secondo una ricerca infatti, oltre all’azione energizzante e stimolante, il caffè aiuta a essere anche più tolleranti.

  1. Caffè e cancro

Nonostante spesso di parli dei possibili effetti collaterali, il caffè è una bevanda dagli innumerevoli benefici. Tra questi vi è anche la diminuzione di alcune tipologie di cancro, per esempio quello alla prostata e quello al seno.

  1. Caffè e musica

Il caffè è sempre stato una bevanda molto amata dagli intellettuali, tanto da avere un’innumerevole lista di aforismi e frasi di menti famose che ne decantano le lodi. Tra queste anche nientemeno che il famoso compositore Johann Sebastian Bach, che al caffè dedicò un’intera cantata, la Kaffeekantate.

  1. Il caffè più strano al mondo

Di caffè particolari ne esistono molti, ottenuti con le varietà di Coffea più rare e le lavorazioni più complesse; tuttavia, uno è particolarmente caratteristico e originale: si chiama Black Ivory ed è ottenuto dallo sterco di elefante, animale ghiotto di bacche di caffè. Tra i primati di questa tipologia di caffè c’è anche quello di essere il più costoso e il più raro.

Pin It on Pinterest

0