Seleziona una pagina

    • CAFFE’


    • ORZO


    • GINSENG


    • THE


    • CAPPUCCINO


    • CIOCCOLATA


    • DECAFFEINATO


    • ARABICA GOLD


    • AVORIO


    • BIANCO


    • CREAM


    • DECAFFEINATO


    • LATTINE


    • ARABICA GOLD
      Arabica 100%


    • SILVER
      Arabica 90%


    • GREEN
      Arabica 80%


    • DECAFFEINATO

  • NON SOLO CAFFÈ
  • AREA BAR

Nel nostro primissimo articolo su questo blog abbiamo parlato di uno dei protagonisti principali del mondo del caffè, senza il quale non avremmo la possibilità di bere la nostra bevanda preferita: si tratta proprio di lei, la pianta del caffè, l’arbusto senza il quale non avremmo i nostri preziosi chicchi di caffè aromatico. Non tutti sanno che esistono diverse varietà di Coffea, e non tutte sono utilizzate per produrre caffè.

Una pianta, tante varietà

Secondo la classificazione di Linneo, ossia quel Systema Naturae che classifica gli organismi in base a gruppi che presentano similitudini, il caffè rientra nella famiglia delle Rubiaceae: qui sono raggruppate ben 4500 varietà vegetali prevalentemente legnose, tra cui circa 90 specie di Coffea. Di queste, solo alcune sono effettivamente utilizzate per produrre il caffè, tra cui le più famose sono Arabica e Robusta.

Le specie di Coffea più diffusa

Come già visto in precedenza, tre sono le specie di Coffea più importanti per l’economia mondiale perché maggiormente diffuse e apprezzate. Queste sono:

Coffea Arabica

La Coffea Arabica è la varietà che vanta il primato nella domesticazione e quindi nella produzione del caffè. È infatti dai chicchi di Arabica che, come la storia del caffè ci insegna, le proprietà della nostra bevanda preferita sono state scoperte. L’Arabica è oggi ancora la varietà di Coffea e di caffè più amata, nonché la più preziosa.

Coffea Canephora

La Coffea Canephora, che in campo commerciale è conosciuta come Robusta, è la seconda varietà di caffè più conosciuta al mondo, nonché la più prodotta in assoluto. Originaria dell’Africa Occidentale, oggi è ampiamente coltivata in tutta l’area intertropicale. In Italia è molto amata per la creazione di miscele dall’aroma profondo e caratteristico. Un esempio? Il caffè Pasqualini in grani miscela Green.

Coffea Liberica

La Coffea Liberica è la terza varietà al mondo per produzione di caffè, ma ha solo una piccolissima percentuale del mercato. Questa specie di Coffea è coltivata come specie principale in Liberia (come suggerisce il nome) e nelle Filippine.

Altre varietà di Coffea

Nonostante le tre varietà appena elencate si dividano il mercato, esistono molte altre specie di Coffea dalla quale viene prodotto il caffè in piccolissime quantità. Spesso queste varietà prendono il nome dai luoghi nei quali le piante vengono coltivate e il caffè prodotto presenta caratteristiche anche molto diverse da quello al quale siamo abituati.

Coffea Stenophylla

Questa specie di Coffea è diffusa in Africa Occidentale ed è anche conosciuta come caffè dell’altopiano della Sierra Leone. L’etimologia del nome indica la forma peculiare delle foglie di questa specie: è infatti l’unione dei termini greci stenos, “stretto”, e phyllon, “foglia”. Il caffè prodotto con questa pianta è molto simile per qualità eccellente e aroma fragrante alla più famosa Arabica.

Coffea Charrieriana

Diffusa in Camerun, la Coffea Charrieriana è l’unica varietà di caffè senza caffeina conosciuta in Africa Centrale.

Coffea Racemosa

Varietà estremamente rara di Coffea che cresce lungo la costa occidentale dell’Africa, sino in Mozambico. Questa pianta presenta chicchi di grandezza tre volte inferiore rispetto a quelli di Arabica, e quindi anche una resa minore: ci vogliono sei piante di Racemosa per produrre il caffè di una pianta di Arabica. Il caffè prodotto con questa varietà è una bevanda delicata e con una quantità minima di caffeina, caratteristica che lo rende perfetto come decaffeinato senza bisogno di decaffeinizzazione.

Coffea Mauritiana

Pianta di Coffea selvatica diffusa nella Reunion Island forest, dalla quale si ottiene una bevanda amara e fortemente aromatica.

Il problema della resa

Queste sono solo alcune delle specie di Coffea coltivate in tutto il mondo, ma servirebbe un blog intero per analizzarle tutte. Escluse le prime tre, infatti, la produzione cala immediatamente a numeri davvero irrisori: sia quelle da noi elencate, sia le tante altre varietà che qui non compaiono hanno infatti in comune una resa produttiva troppo bassa, e per questo, anche nei casi in cui le qualità organolettiche siano interessanti, la loro coltivazione viene accantonata dai produttori di caffè.

Pin It on Pinterest