Seleziona una pagina
  • CAPSULE

    • CAFFE’


    • ORZO


    • GINSENG


    • THE


    • CAPPUCCINO


    • CIOCCOLATA


    • DECAFFEINATO

  • MACINATO

    • ARABICA GOLD


    • AVORIO


    • BIANCO


    • CREAM


    • DECAFFEINATO


    • LATTINE

  • GRANI

    • ARABICA GOLD
      Arabica 100%


    • SILVER
      Arabica 90%


    • GREEN
      Arabica 80%


    • DECAFFEINATO

  • NON SOLO CAFFÈ
  • AREA BAR

Sono le due varietà di caffè più amate in Italia e nel mondo, alla base delle miscele più pregiate (per esempio la miscela Gold, la miscela Silver e la miscela Green Pasqualini in grani), entrambe utilizzate per un espresso al bar e a casa che sia fragrante e saporito: oggi vediamo insieme quali sono le differenze tra Arabica e Robusta e le caratteristiche di queste due varietà di Coffea.

Miscele e varietà di caffè: c’è differenza

Per prima cosa bisogna chiarire una differenza sostanziale: c’è differenza tra miscele e varietà. Come il nome suggerisce, una miscela è un mix sapientemente creato dai maestri torrefattori dosando ed equilibrando diverse varietà di una specie, generalmente Arabica e Robusta.

Arabica e Robusta sono le due varietà di Coffea, il nome scientifico con cui è conosciuta la pianta del caffè, più diffuse al mondo: la prima copre circa il 70% della produzione mondiale, e la seconda poco meno del rimanente 30%. Esistono poi piccole percentuali di altre varietà, quali la Liberica e la Excelsa, ma sono piuttosto rare.

Possiamo quindi dire che Arabica e Robusta si dividono il mercato e, sotto forma di miscela o di varietà pura, creano l’amata bevanda che gustiamo nelle nostre tazzine. Ogni produttore di caffè sceglie alcune specie di queste varietà e, attraverso uno studio dell’aroma, compone l’equilibrio del proprio caffè: questo è un segreto del produttore! Troverete infatti sempre l’indicazione delle percentuali di Arabica e Robusta presenti nella miscela, ma mai l’esatta tipologia utilizzata.

L’equilibrio della miscela creata dal mix delle varietà è ottenuto grazie all’esperienza e all’attenta conoscenza delle varie caratteristiche e differenze tra Arabica e Robusta.

Caratteristiche di Arabica e Robusta

– Arabica

La Coffea Arabica copre il 70% della produzione mondiale di caffè ed è considerata la più pregiata: dal gusto delicato e aromatico, con un pizzico di acidità, questa varietà è la preferita di gran parte degli Italiani. L’Arabica è prodotta in America del Sud, America Centrale e Africa del’est (grandi produttori sono Kenya ed Etiopia) ed è più difficile da crescere perché maggiormente delicata rispetto alle altre varietà: è sensibile all’ambiente, alla temperatura, all’umidità. Possiamo dire che la 100% Arabica, aromatica e preziosa, è la regina dell’espresso; viene poi resa più avvolgente e più ricca di caffeina nelle varie miscele con aggiunta di Robusta.

– Robusta

La Coffea Robusta è la seconda varietà di caffè al mondo: prodotta nell’ovest dell’Africa e in Oriente, soprattutto in Vietnam e Indonesia, questa pianta , come dice il nome stesso, vanta maggior vigore rispetto alla delicata Arabica. Meno sensibile durante la crescita, vanta anche una presenza di caffeina maggiore e un gusto più forte, anche se dalle note meno profonde. Per via della sua resistenza, ma anche per le caratteristiche organolettiche più semplici, viene considerata meno pregiata dell’Arabica.

Le differenze tra Arabica e Robusta

Ora che abbiamo un quadro generale riguardo le due varietà, possiamo schematizzare e riassumere in breve le principali differenze.

– Gusto

La prima differenza tra le due varietà di caffè è sicuramente il gusto: ogni estimatore di caffè potrà facilmente riconoscere la varietà in tazzina dal suo aroma unico. In particolare, l’Arabica presenta un gusto aromatico e delicato, dolce ma con una caratteristica nota acida che la rende inconfondibile: è proprio questa profondità aromatica che la rende preziosa e più pregiata. La Robusta, invece, è molto amata da chi preferisce un caffè dal gusto pieno e fragrante, forte e corposo: queste sono le caratteristiche che porta in tazzina, anche se con meno profondità di aroma rispetto alla prima.

– Caffeina

Una delle differenze più spiccate tra le due varietà è la presenza di caffeina: la Robusta può arrivare ad averne addirittura il doppio rispetto all’Arabica, con percentuali tra il 2 e il 4% (e anche oltre) per la prima e tra lo 0,7 e l’1,5% per la seconda. Questa differenza di caffeina è dovuta anche alle caratteristiche proprie della pianta: è la più alta concentrazione di caffeina che rende la Robusta più resistente.

– Chicchi

Ai profani potrebbero sembrare tutti uguali, ma un esperto di caffè li riconosce senza alcuna difficoltà: i chicchi di Robusta e Arabica sono diversi in modo sostanziale, i primi decisamente più arrotondati, i secondi allungati e ovali.

– Tostatura

Come ogni torrefattore di caffè sa bene, anche la tostatura cambia a seconda della varietà e va di pari passo con la delicatezza dei chicchi: l’Arabica, più sensibile ai fattori esterni, andrà tostata con più attenzione e con un processo più lungo rispetto alla Robusta.

– Prezzo

Ulteriore differenza tra Arabica e Robusta è infine il prezzo: per via delle difficoltà di coltivazione dell’Arabica, delle relative tempistiche e delle caratteristiche organolettiche, le due tipologie di caffè hanno prezzi diversi; in linea generale l’Arabica 100% ha un costo più elevato di una miscela o di una 100% Robusta.

Hai già provato le miscele di Caffè Pasqualini? Frutto di amore e passione per la torrefazione della nostra famiglia, vantano un’attenta selezione per un equilibrio di aroma e profumi unici, dove le differenze tra Arabica e Robusta possono essere gustate appieno.

Pin It on Pinterest