Seleziona una pagina
  • CAPSULE

    • CAFFE’


    • ORZO


    • GINSENG


    • THE


    • CAPPUCCINO


    • CIOCCOLATA


    • DECAFFEINATO

  • MACINATO

    • ARABICA GOLD


    • AVORIO


    • BIANCO


    • CREAM


    • DECAFFEINATO


    • LATTINE

  • GRANI

    • ARABICA GOLD
      Arabica 100%


    • SILVER
      Arabica 90%


    • GREEN
      Arabica 80%


    • DECAFFEINATO

  • NON SOLO CAFFÈ
  • AREA BAR

Non c’è benvenuto migliore ai lettori del blog di un’azienda come la nostra, che ha fatto della sua passione per il caffè un lavoro e un tratto distintivo, che parlando proprio del prodotto alla sua origine: mettetevi comodi, perché oggi leggerete della pianta del caffè, l’arbusto speciale dal quale ha origine la storia di quel chicco che presto arriverà nella vostra tazzina.

La pianta del caffè: un arbusto eccezionale

La pianta del caffè è un genere di arbusto parte della famiglia botanica delle Rubiacee il cui nome scientifico è Coffea; ne esistono circa 100 diverse tipologie, ma solo i semi di alcune sono commercialmente indicati come le varie specie che ci regalano l’aromatica bevanda del caffè. Le varietà più conosciute, amate e coltivate sono principalmente tre:

  • la Coffea Arabica
  • la Coffea  Canephora (comunemente conosciuta come Robusta)
  • la Coffea Liberica

La Coffea Arabica e quella Robusta sicuramente non vi suoneranno nuove: sono le due varietà più diffuse anche in Italia per la preparazione dell’amatissimo espresso. La Coffea Liberica, invece, è la terza varietà di pianta del caffè più comune, ma ha diffusione decisamente minore rispetto alle prime due.

Ad ogni modo, qualsiasi sia la varietà, la pianta del caffè presenta alcune costanti: si tratta di una specie arborea composta da un tronco con rami primari e secondari, foglie verdi e caratteristici frutti rossi, simili a una ciliegia. La pianta fiorisce diverse volte l’anno in fiori di colore bianco originati direttamente sul tronco. I frutti compaiono dopo ogni fioritura, inizialmente verdi, e solo dopo qualche tempo raggiungono il peculiare colore rosso vivo.

La Coffea è una pianta piuttosto delicata, e ha bisogno di alcune specifiche condizioni per sopravvivere: tra queste una temperatura costante tra i 17° e i 23° C e piogge regolari.

Di conseguenza, la coltivazione di Coffea è ampiamente diffusa nelle zone tropicali ed equatoriali, soprattutto in alcune regioni di Africa, America Centro-meridionale e Asia. Non a caso, i maggiori produttori di caffè sono Brasile, Vietnam, Colombia e Indonesia, e anche quelli a seguire nella lista sono paesi locati in zone calde. In Italia questa coltivazione non ha diffusione: sono stati effettuati in passato esperimenti di coltivazione della pianta del caffè in Sicilia, ma purtroppo con risultati fallimentari a causa delle temperature troppo rigide in inverno per la sopravvivenza della pianta.

L’origine della pianta del caffè

Come appena detto, i maggiori produttori di caffè si trovano in Asia e America, ma la vera origine del prezioso arbusto è l’Africa: qui vi sono le prime attestazioni di presenza della pianta (a oggi ancora naturalmente presente on forma selvatica) e del caffè come bevanda.

In particolare, la varietà Arabica proviene dall’Etiopia, dal Sudan sud-orientale e dal Kenya, e poi da qui si è diffusa in altre zone del mondo, tra cui lo Yemen, dove attorno al 1450 si iniziò a consumare il caffè come bevanda. Questa è la zona che storicamente viene considerata come la culla della pianta del caffè.

Anche la Coffea Robusta ha origini africane: qui, tra l’Uganda e la Guinea, ha avuto inizio la coltivazione di questa varietà, meno delicata e più economica rispetto alla classica Arabica.

Successivamente, l’utilizzo dei semi tostati della pianta del caffè si è esteso sino alla zona settentrionale dell’Africa e, da qui, finalmente verso la fine del 1500 è arrivato in Europa. In Italia, la prima città nella quale il caffè fa la sua apparizione è Venezia, grazie agli innumerevoli scambi commerciali con altre terre lontane.

Sarà soltanto durante il 1700 che il caffè raggiungerà Brasile e Caraibi, dando origine alle grandi piantagioni odierne.

Queste sono solo alcune delle informazioni e curiosità riguardanti la pianta del caffè: nei prossimi articoli approfondiremo l’argomento e lo tratteremo in tutta ampiezza, continuate a seguirci!

Pin It on Pinterest