Seleziona una pagina

    • CAFFE’


    • ORZO


    • GINSENG


    • THE


    • CAPPUCCINO


    • CIOCCOLATA


    • DECAFFEINATO


    • ARABICA GOLD


    • AVORIO


    • BIANCO


    • CREAM


    • DECAFFEINATO


    • LATTINE


    • ARABICA GOLD
      Arabica 100%


    • SILVER
      Arabica 90%


    • GREEN
      Arabica 80%


    • DECAFFEINATO

  • NON SOLO CAFFÈ
  • AREA BAR

Stanchi del solito cappuccino? Oggi vi raccontiamo di un’alternativa gustosissima proveniente dall’Oriente: il Matcha Latte è una bevanda veloce da preparare, rilassante e tutta da assaggiare. Vediamo insieme come prepararla e quali siano i benefici e gli svantaggi di consumarla.

Che cos’è il Matcha Latte?

Proveniente dal Giappone, poi diffuso prima negli stati Uniti e adesso in Europa grazie agli Starbucks Cafè, il Matcha Latte è l’ultimo trend sui banconi dei caffè più in al mondo; simile al cappuccino, ma con ingredienti leggermente diversi: invece di essere composto da latte e caffè, è preparato con un abbraccio di latte e profumato tè verde Matcha. Il Matcha Latte può essere consumato caldo o freddo a seconda dei gusti e della stagione, ed è davvero semplicissimo da preparare, posto che si abbiano latte vaccino o vegetale e polvere di tè verde Matcha; quest’ultimo può essere facilmente acquistato online oppure nei supermercati asiatici e si presenta come una polvere finissima e profumata di foglie di tè, di quel colore verde che poi verrà passato al nostro Matcha Latte finale.

Come si prepara: la ricetta del Matcha Latte in 3 minuti

Preparare un Matcha Latte è davvero questione di pochi minuti, posto che si abbiano gli ingredienti e gli strumenti necessari:

Ingredienti:

  • 250 ml latte (va bene sia vaccino, sia vegetale per le versioni vegetariane e vegane della bevanda)
  • 1 cucchiaino di tè Matcha in polvere
  • 3 cucchiai di acqua calda
  • zucchero a piacere (in genere due cucchiaini vanno bene)

Strumenti:

  • ciotolina
  • piccola frusta per mescolare, o ancora meglio il chasen, lo strumento tipico giapponese in bambù che viene utilizzato proprio per questa operazione
  • pentolino
  • montalatte

Per prima cosa, inserire zucchero e tè in polvere all’interno della ciotolina e mescolare con il chasen o la frusta sino a che non sono completamente mischiati; quindi aggiungere i cucchiai di acqua calda e continuare a mescolare col chasen, sino al raggiungimento di una crema omogenea dal tipico colore verde. Intanto scaldare il latte in un pentolino, e quando abbastanza caldo montarlo con il montalatte per farlo diventare una morbida e spumosa crema, dopodiché versarlo in tazza con il resto della crema di acqua, zucchero e tè Matcha preparata in precedenza e mescolare con la frusta sino a raggiungere una bevanda omogenea.

Il vostro Matcha Latte è pronto: aggiungete della polvere di tè Matcha sulla superficie o decorate con la Latte Art come fareste con un cappuccino prima di servire.

I benefici del Matcha Latte: realtà o leggenda?

Prima di lasciarvi andare a gustare il vostro Matcha Latte appena preparato, vogliamo dedicare un paragrafo ai benefici del Matcha Latte, veri o presunti che siano. Dacché la bevanda è apparsa nei punti vendita Starbucks, infatti, fiumi di parole sono stati scritti sui suoi benefici. Ma sono veri?

Il tè verde è conosciuto per le sue qualità benefiche e proprietà che aiutano la salute: è un alimento antiossidante, tonico, antitumorale ed è utilizzato in dieta perché drenante e addirittura dimagrante. Ergo verrebbe da pensare che il Matcha Latte sia una bevanda altrettanto colma di benefici per la nostra salute. Tuttavia, c’è una bella differenza tra un semplice tè verde e un Matcha Latte ordinato da Starbucks o in qualsiasi altro bar.

Per prima cosa, è dimostrato come i benefici naturali del tè verde vengano smorzati dall’aggiunta di latte, soprattutto quelli antiossidanti: ricerche mostrano infatti come il consumo di tè e proteine diminuisca le proprietà positive della bevanda. Inoltre, bisogna fare attenzione alla qualità sia del tè Matcha che del latte utilizzati per preparare il nostro Matcha Latte: se si tratta di ingredienti di qualità eccelsa, ovviamente le proprietà saranno più spiccate e vi sarà maggiore possibilità che si conservino; d’altro canto, se si tratta di ingredienti industriali, difficilmente manterranno le qualità vantate, nonostante l’attenzione nella preparazione.

Infine, il punto dolente per molti amanti del Matcha Latte: è vero che il tè verde presenta qualità drenanti e ottime per il consumo in dieta, tuttavia, come abbiamo anche visto nella ricetta poco sopra, questa bevanda prevede l’aggiunta di zucchero. Soprattutto nelle versioni da bar, come il Matcha Latte Starbucks per esempio, la dose di zucchero può essere alta; le calorie di un Matcha Latte infatti stupiranno: vanno dalle 240 calorie nella versione veg alle 280 (e più, a seconda della ricetta) di quella normale, mentre le calorie di un normale cappuccino si fermano a 90. Quindi mettiamoci il cuore in pace: le qualità dietetiche del tè verde purtroppo vengono obliterate dalla grande quantità di zucchero della bevanda, e consumare un Matcha Latte non aiuterà affatto la nostra dieta.

Matcha Latte e Caffeina

Un’ultima precisazione riguarda la caffeina: c’è più caffeina in un cappuccino o in un Matcha Latte? Nell’immaginario comune, infatti, il tè è meno eccitante del caffè. Tuttavia, il contenuto di caffeina del tè verde Matcha può raggiungere anche tre volte quello di un normale tè verde, quindi la differenza dal caffè non è molta. Gioverà però sapere che il tè Matcha contiene una sostanza, la I-teanina, che favorisce il rilassamento. Quindi sì, nonostante il contenuto di caffeina ordinare un Matcha Latte può effettivamente rendere meno nervosi di un cappuccino.

Pin It on Pinterest