Seleziona una pagina
  • CAPSULE

    • CAFFE’


    • ORZO


    • GINSENG


    • THE


    • CAPPUCCINO


    • CIOCCOLATA


    • DECAFFEINATO

  • MACINATO

    • ARABICA GOLD


    • AVORIO


    • BIANCO


    • CREAM


    • DECAFFEINATO


    • LATTINE

  • GRANI

    • ARABICA GOLD
      Arabica 100%


    • SILVER
      Arabica 90%


    • GREEN
      Arabica 80%


    • DECAFFEINATO

  • NON SOLO CAFFÈ
  • AREA BAR

Un buon caffè, per esempio quello preparato con il delizioso caffè in grani in vendita sul nostro sito, ha mille utilizzi oltre la classica tazzina tanto amata dagli italiani: può essere gustato per un’impennata di energia al mattino o utilizzato per preparare dolci dal gusto deciso, e addirittura la posa dalle molte proprietà può essere impiegata nella pulizia della casa o nel giardinaggio. Un utilizzo tanto sopra le righe quanto delizioso è quello che vede l’espresso come base per deliziosi liquori al caffè seguendo procedimenti da sempre parte integrante della tradizione italiana. Vediamone insieme usi e ricette.

I liquori al caffè: una tradizione tutta italiana

Dal famoso Caffè Borghetti alla Moretta di Fano, l’incontro di caffè e alcol può vantare una lunga storia in Italia: senza scomodare marchi e bevande tradizionali regionali, basti pensare al comunissimo caffè corretto che possiamo ordinare in qualsiasi bar e ristorante.

La tradizione di caffè e alcolici è diffusa su tutto il territorio italiano, ma è particolarmente sviluppata nelle Marche. Qui esiste infatti la storica Moretta di Fano, bevanda diffusissima che unisce diversi liquori al fragrante caffè espresso preparato al bar o con la classica caffettiera di casa. La leggenda spiega come questa bevanda, servita calda in ogni bar di Fano e della zona circostante, abbia avuto origine dal mondo dei pescatori che la mattina per svegliarsi mescolavano i fondi delle bottiglie di liquori consumati la sera prima al caffè appena preparato. La tradizione, invece, racconta della prima “Moreta” preparata nel 1892 nel Caffè Cavour di Fano e poi da lì diffusasi in tutti i bar della città. La Moretta è una bevanda così famosa a Fano da essersi guadagnata nel 2006 un riconoscimento come cocktail ufficiale dell’AIBES (Associazione Italiana Barman e Sostenitori) e in seguito l’inserimento nella lista di prodotti agroalimentari tipici della regione Marche.

La Moretta non è il solo incontro di alcolico e caffè amato in Italia: un paragrafo tutto suo merita l’amatissimo Caffè Borghetti, creato da Ugo Borghetti nel 1860 e da allora prodotto con la stessa ricetta storica. Il Caffè Borghetti, preparato con vero espresso di Arabica e Robusta, è tutt’oggi il liquore al caffè preferito dagli italiani, che lo consumano come unione di caffè e ammazzacaffè a fine pasto o lo sorseggiano come liquore pregiato e aromatico.

La ricetta del liquore al caffè della nonna

Se il Caffè Borghetti o la Moretta non fanno al caso nostro o siamo amanti dei prodotti fatti in casa, è possibile preparare la nostra bottiglia seguendo la semplice ricetta del liquore al caffè come lo preparavano le nostre nonne.

Ingredienti:

Preparare per prima cosa la nostra normale moka da 4 persone e versare in una ciotola i 500 g di zucchero. Appena il caffè è pronto, versarlo ancora caldo nella ciotola con lo zucchero e mescolare; inserire la stecca di vaniglia intera, mettere sul fuoco lento e girare sino a che lo zucchero non si sia sciolto completamente. A questo punto il risultato dovrebbe essere un caffè denso e profumato. Togliere la stecca di vaniglia e attendere il completo raffreddamento, dopodiché aggiungere l’alcol precedentemente misurato secondo le dosi e mescolare. Il nostro liquore al caffè sarà pronto dopo circa una settimana e mezzo di riposo in luogo lontano da fonti di calore e di luce intensa.

Come preparare il liquore alla crema di caffè

Come nella maggior parte dei casi quando parliamo di ricette italiane, esistono diverse varianti anche per la preparazione del liquore al caffè. Una delle più amate è quella per preparare il liquore al caffè cremoso grazie all’incontro di crema di latte, caffè e alcol. Vediamola insieme.

Ingredienti:

Il primo step per preparare il liquore alla crema di caffè è quello di creare un caffè molto concentrato. Come? Facendo il caffè…con il caffè: dopo la prima moka, mettere il caffè preparato al posto dell’acqua e ripetere per circa 5-6 volte, ripulendo la caffettiera dopo ogni utilizzo. Il risultato sarà un caffè incredibilmente aromatico e concentratissimo.

Riunire poi lo zucchero, il latte, la panna fresca e le bacche di vaniglia all’interno di un pentolino e scaldare mescolando sino a che il tutto non diventi un composto omogeneo. A questo punto togliere dal fuoco, eliminare le stecche di vaniglia e aggiungere il caffè e l’alcol. Imbottigliare e lasciare riposare per una settimana e mezza il liquore prima di consumarlo.

La ricetta del liquore al caffè cremoso può essere realizzata anche con il caffè in polvere o solubile, saltando completamente il primo step.

Come utilizzare i liquori al caffè

Gli utilizzi del liquore al caffè sono molteplici: potremo consumarlo come delizioso digestivo a fine pasto o come sostituto al caffè corretto. Inoltre sia nella versione classica che in quella cremosa, questa bevanda ben si presta come guarnizione originale per dolci e gelati: assolutamente da provare per preparare l’affogato al caffè.

Pin It on Pinterest