0 Elementi
Seleziona una pagina

Nel nostro paese esiste un rapporto davvero importante tra cibo e cultura. Ogni regione ha le sue specialità, soprattutto per quanto riguarda la sfera della pasticceria: ricette passate di madre in figlia, da nonna a nipoti, inventate o migliorate insieme, che profumano di domenica in famiglia e di esperimenti, proprio come quella del semifreddo al caffè che vi avevamo proposto qualche tempo fa.

Oggi andremo a vedere insieme la ricetta dei canestrelli, un dolce tipico ligure, dove il gusto e la storia vanno a creare un impasto profumatissimo.

Canestrelli: un po’ di storia

Questi biscotti hanno origini molto antiche: vedono la loro nascita nella zona di Torriglia, in quello che era il marchesato omonimo nell’entroterra ligure. L’economia locale, prettamente rurale e focalizzata sull’allevamento bovino, è il motivo per cui questi biscotti sono così ricchi di burro: la popolazione ne era grande produttrice e difficilmente mancava nelle dispense familiari. Aggiungendo poi la farina e gli altri ingredienti, si ottenevano questi biscotti dal sapore delicato, perfetti per essere consumati con un bicchiere di latte caldo per i più piccini, o con un bicchiere di vino per i più grandi.

Attualmente ancora preparati nella zona di origine, i canestrelli sono prodotti agroalimentari tradizionali italiani, con riconoscimento a livello nazionale.

La ricetta dei canestrelli

I canestrelli non necessitano di strumenti particolari nella loro lavorazione, ma la loro tipica forma a fiore è dovuta a uno stampino di circa una decina di centimetri, ancora comunemente venduto nei negozi più antichi della regione. Serviranno poi una spianatoia, un mattarello, una teglia ricoperta di carta da forno e tanta, tanta voglia di fare!

Ingredienti per 24 biscotti circa:

  • 500 grammi di farina
  • 300 grammi di burro
  • 150 grammi di zucchero
  • 3 tuorli d’uovo
  • 1 bacca di vaniglia o estratto (opzionale)
  • 1 albume per spennellare (opzionale)

Ricetta dei canestrelli, un dolce tipico ligure

Su una spianatoia ampia porre i 500 grammi di farina a fontana, a formare una montagnetta con un buco al centro: aggiungere poi i tuorli, lo zucchero, la bacca o l’estratto di vaniglia e il burro a temperatura ambiente. Il composto andrà lavorato rapidamente a formare un impasto solido e compatto, ben amalgamato; si consiglia di fare questa operazione con rapidità per evitare che il burro si scaldi troppo con la pressione delle mani.

Una volta ottenuto questo composto, bisognerà fasciarlo nella pellicola alimentare e lasciarlo a riposare in frigorifero per minimo un’ora.

Il passaggio successivo consiste nello stendere la pasta ancora fredda in un foglio di spessore di circa 1 cm e tagliarla con le formine; poi posizionare i fiori ottenuti, distanziati, nella leccarda precedentemente rivestita con carta da forno.

A questo punto, accendere il forno a 170 gradi e, mentre si aspetta che si scaldi, posizionare la teglia con i biscotti in frigo. Poco prima di infornare, spennellare con l’albume se si vuole; porre in forno per circa 15 minuti. Il tempo di cottura può variare a seconda del forno e dello spessore dei biscotti, prestateci attenzione: appena inizieranno a raggiungere la doratura, saranno pronti.

Andranno lasciati a raffreddare completamente e, a piacere, ricoperti di zucchero a velo. Et voilà: i nostri canestrelli sono pronti per essere gustati!

Una ricetta ligure tradizionale a portata di click

Abbiamo dunque visto la ricetta dei canestrelli, realizzabile senza alcuna difficoltà, ma ahimè non abbiamo quella per resistere alla tentazione di finirli tutti appena sfornati 😉

Se invece il tempo di cimentarvi ai fornelli non lo avete, ma non volete rinunciare a un prodotto così goloso, a prepararvi deliziosi canestrelli ci pensiamo noi!

Pin It on Pinterest

0