Seleziona una pagina

    • CAFFE’


    • ORZO


    • GINSENG


    • THE


    • CAPPUCCINO


    • CIOCCOLATA


    • DECAFFEINATO


    • ARABICA GOLD


    • AVORIO


    • BIANCO


    • CREAM


    • DECAFFEINATO


    • LATTINE


    • ARABICA GOLD
      Arabica 100%


    • SILVER
      Arabica 90%


    • GREEN
      Arabica 80%


    • DECAFFEINATO

  • NON SOLO CAFFÈ
  • AREA BAR

Aromatico e dal gusto intenso, preparato secondo ricetta tradizionale con lo speciale cevze e il macinino: stiamo parlando del caffè turco, bevanda unica e dalla storia lunga e articolata, consumata nei cafè di diverse nazioni. Oggi approfondiamo scoprendo quali sono le differenze tra caffè greco e caffè turco?

Caffè turco o caffè greco? Questione di conflitti

La differenza tra caffè greco e caffè turco è…il nome! Già, perché la preparazione delle due bevande è esattamente la stessa. In origine fu il caffè turco, diffusosi anche in Grecia durante la dominazione ottomana; la bevanda che tutti oggi conosciamo divenne molto amata in territorio ellenico con il nome originario; tuttavia, l’invasione turca di Cipro nel 1974 inasprì i rapporti tra i due paesi, tanto da far decidere alla Grecia di sottoporre il nome a damnatio memoriae: da quel momento ai banconi di tutto il paese si iniziò a servire il “caffè greco”.

Che cos’è il caffè greco?

Quindi il caffè greco è in realtà in tutto e per tutto un caffè turco sotto altro nome. Anche tutto ciò che ruota intorno alla bevanda ovviamente ha nome differente rispetto all’originale: in Grecia, lo speciale bricco utilizzato per preparare il cosiddetto ellenikos kafes si chiama briki, il luogo nel quale si consuma la bevanda è il kafenion, e a seconda dell’aggiunta di zucchero più o meno abbondante si può prendere glykò (molto zuccherato), mètrio (mediamente dolce) o skètos (amaro).

Il procedimento per la preparazione del caffè greco è identico a quello del caffè turco, ossia bollire acqua e caffè in polvere dentro il briki sino a che non si formi una schiuma densa e cremosa sulla superficie, dunque versare in tazzina e attendere qualche minuto perché la polverina si depositi sul fondo. Quindi zuccherare a piacere e gustare in tutta la sua aromatica intensità.

Il caffè greco freddo: la ricetta

Una bevanda caratteristica proprio della Grecia – isole in particolare – è il caffè greco freddo; in pratica si tratta di un caffè freddo come quello che conosciamo noi, ma con una base preparata secondo tradizione greca. Ecco come prepararlo in versione Pasqualini:

Far bollire acqua e caffè come nella preparazione di caffè greco e caffè turco, poi far raffreddare. Aggiungere zucchero, latte condensato, ghiaccio e shakerare. Il vostro caffè dissetante è pronto.

Ora che sappiamo che le differenze tra caffè turco e caffè greco in realtà non esistono e conosciamo il procedimento per prepararli entrambi, è il momento di acquistare del buon caffè macinato e gustarne subito uno, magari accompagnato da deliziosi loukoumia greci!

Pin It on Pinterest