Seleziona una pagina
  • CAPSULE

    • CAFFE’


    • ORZO


    • GINSENG


    • THE


    • CAPPUCCINO


    • CIOCCOLATA


    • DECAFFEINATO

  • MACINATO

    • ARABICA GOLD


    • AVORIO


    • BIANCO


    • CREAM


    • DECAFFEINATO


    • LATTINE

  • GRANI

    • ARABICA GOLD
      Arabica 100%


    • SILVER
      Arabica 90%


    • GREEN
      Arabica 80%


    • DECAFFEINATO

  • NON SOLO CAFFÈ
  • AREA BAR

A chi non è mai capitato di bere un buon espresso e versarne sbadatamente un po’ sui vestiti o sull’arredamento di casa? Ci siamo passati tutti: la macchia scura si allarga e possiamo solo sperare di riuscire a toglierla il prima possibile, facendo tornare i tessuti al loro stato originario. Per fortuna c’è una lunga tradizione di metodi naturali e non che viene in nostro soccorso: oggi vediamo come si tolgono le macchie di caffè dai tessuti.

Rimuovere le macchie di caffè: qualche consiglio preliminare

La prima regola per eliminare le macchie di caffè da tessuti e arredamento è quella di agire tempestivamente: assorbire quanto più caffè prima che si fissi tra le fibre dei tessuti è fondamentale. In questo caso è assolutamente sconsigliato sfregare la macchia perché si rischierebbe di estenderla; si consiglia invece di tamponare immediatamente il tessuto con un panno pulito, un tovagliolo di carta o della mollica di pane bianco per assorbire il liquido il più possibile.

Quando il caffè è stato assorbito o in caso la macchia sia sul tessuto da tempo, è il momento di agire con i metodi che la tradizione ci consiglia, diversi a seconda del tessuto e del materiale che abbiamo necessità di pulire.

Come si tolgono le macchie di caffè dai vari tessuti

Cotone e jeans

Per la loro composizione, cotone e jeans sono i tessuti sui quali le macchie in generale hanno più presa, quindi è davvero fondamentale non lasciarle seccare. Quando il caffè è appena stato versato sul tessuto, il modo per lavarlo via è quello di versare acqua calda direttamente sulla macchia, oppure acqua tiepida con l’aggiunta di qualche goccia di acqua ossigenata. Per non espandere la macchia, è molto importante non sfregarla macchia, ma farvi cadere l’acqua dall’alto.

Nel caso in cui la macchia sia sul tessuto da tempo e quindi si sia seccata, il consiglio è quello di passarvi sopra della glicerina e poi ammoniaca mescolata con alcool, ovviamente facendo attenzione ai capi colorati.

Seta e colorati

Se avete avuto la sfortuna di versare del caffè su tessuti delicati quali seta e colorati, dovete fare molta attenzione a non utilizzare metodi troppo aggressivi che finirebbero per rovinare completamente il capo. Un metodo per pulire una macchia persistente come il caffè senza aggredire il tessuto è quello di lasciare il capo macchiato in ammollo per una notte intera in una bacinella con acqua e aceto di mele (due tazze dovrebbero essere abbastanza), poi risciacquare l’indomani con acqua fredda.

Lana

La lana è uno dei tessuti più difficili da far tornare allo stato iniziale perché è assorbente come il cotone, ma molto delicato. Il consiglio che ci suggerisce la tradizione è quello di agire sulla macchia fresca trattandola con acqua frizzante, su quella secca con glicerina e poi acqua tiepida con qualche goccia di ammoniaca.

Tappeti e moquette

Avete versato il caffè sul tappeto? È un bel guaio, per fortuna esiste un metodo molto semplice ed efficace per pulire questo tipo di tessuto: per macchie molto fresche sarà sufficiente assorbire il caffè con della mollica di pane e poi sfregare con acqua tiepida sino a che la macchia non sarà scomparsa. Se questo metodo non dovesse portare ai risultati sperati, provate una miscela in parti uguali di alcol e aceto.

Pelle, cuoio, velluto

Nel caso in cui la macchia di caffè sia su pelle e cuoio, l’unico rimedio possibile è l’utilizzo di acqua frizzante perché l’aggiunta di altri elementi potrebbe rovinare irrimediabilmente il nostro capo. Strofinare la macchia con acqua gassata e uno straccetto umido, poi lasciare asciugare. Questo metodo è quello indicato anche in caso di macchie di caffè su velluto.

Divano

Come pulire le macchie di caffè sul divano? Dipende dalla tipologia di tessuto che lo compone. Se il divano ha una copertura in cotone, sarà necessario assorbire immediatamente la macchia con un panno pulito o della mollica di pane, dunque pulire sfregando con glicerina e acqua frizzante, oppure sapone di marsiglia. Se il divano è in velluto, è bene evitare il sapone e tentare la pulizia colo con acqua frizzante e tanto olio di gomito. Se si tratta di un divano in ecopelle, la via consigliata è quella di provare con l’acqua frizzante o con il latte. In alternativa, utilizzare anche in questo caso il capone di marsiglia.

Macchie di caffè e metodi tradizionali

Abbiamo visto i metodi tradizionali per togliere le macchie di caffè, ma esistono anche tanti utilizzi del caffè stesso per migliorare la nostra vita quotidiana, per esempio i tanti usi della posa del caffè. Se avete altri metodi da consigliare, non esitate a contattarci, per noi è sempre un piacere leggervi!

Pin It on Pinterest