Utilizza i fondi di caffè come concime - Pasqualini Caffè

Se c’è una materia prima che non manca, nella vita di tutti i giorni, è sicuramente il caffè. Perché allora, non utilizzare i fondi di caffè come concime, per fare del bene al nostro orto e alle nostre piantine? Continua a leggere l’articolo per scoprire come farlo, e come sfruttare al meglio questo prezioso ingrediente di scarto.

Proprietà dei fondi di caffè come concime

I fondi di caffè contengono numerose sostanze nutritive fondamentali per la concimazione: minerali come calcio, magnesio, azoto e potassio in primis. Nei fondi di caffè, inoltre, ci sono molte proprietà che si rivelano indispensabili per le piante che amano i terreni acidi, ma utili anche per concimare ortaggi e alberi da frutto.

Come prepararli per la concimazione

I fondi di caffè, prima di essere utilizzati come concime, vanno lasciati asciugare e riporli in un contenitore di plastica o vetro, per evitare che si formino fastidiose muffe.

Come concime per balcone e giardino

I fondi di caffè vanno benissimo per essere usati come concime per le piante. Se queste si trovano sul balcone, basterà cospargere i fondi di caffè sulla terra dei vasi; se invece le vostre piante si trovano in giardino, dopo aver conservato i fondi di caffè e riempito il contenitore di cui accennavamo poche righe sopra, potrete svuotarlo mischiandolo direttamente il caffè al terriccio delle piante. Il compost così ottenuto non acidifica il terreno, visto che risulta leggermente alcalino; inoltre, l’azoto contenuto nei fondi di caffè aiuterà la crescita delle piante e la loro fioritura.

Sapevi che con i fondi di caffè è possibile anche creare unfertilizzante liquido? È sufficiente aggiungere due tazze di fondi di caffè in un secchio di acqua e lasciare il tutto in infusione per almeno 24 ore. Questo fertilizzante naturale potrà poi essere sparso direttamente sulle piante, andando a nutrire le foglie, che cresceranno più verdi e rigogliose!

Se invece doveste avere una compostiera domestica, potete sempre aggiungere i fondi di caffè al resto, per arricchire il restante materiale di scarto.

Nutrimento per fiori ornamentali

Essendo particolarmente ricchi di sostanze nutritive importanti per la crescita delle piante, i fondi di caffè possono essere utilizzati come concime e fertilizzante per le piante che hanno bisogno di un terreno acido o leggermente acido (ovvero con PH compreso tra 4 e 6,5). Ma quali sono queste piante?

  • azalee
  • mimose
  • camelie
  • ortensie
  • magnolie
  • rododendro
  • betulla
  • abete
  • acero
  • gigli
  • lillà
  • calle

Fondi di caffè e orto

Anche nell’orto i fonditi caffè usati come concime si rivelano preziosi alleati. Soprattutto quando si parla di:

  • tra le erbe aromatiche: prezzemolo, basilico, aneto, pepe, aglio
  • tra i frutti di bosco: mirtilli, more, lamponi
  • Cavoli (cavolfiore, broccoli, etc)
  • tra la frutta: mele, melone, pomodori
  • tra le verdure: melanzane, cetriolo, zucca, zucchine, mais
  • tra i tuberi, radici e bulbi: patate classiche, patate dolci, carote, rabarbaro, rape, ravanelli etc)

Non tutti sanno, inoltre, che il caffè favorisce la crescita di carote e ravanelli: basta aggiungere i fondi di caffè ai semi di questi ortaggi durante la fase di semina per assicurare un raccolto di successo.

Altre proprietà dei fondi di caffè

Oltre ad essere un ottimo concime e fertilizzante, per merito della sua acidità a consistenza, il caffè può essere utilizzato anche come pesticida e repellente naturale per tenere lontane lumache, formiche e vermi dai vostri spazi verdi.

Come mettere alla prova questo sistema? Versando una manciata di polvere di caffè direttamente attorno alla pianta, formando un cerchio, oppure usarla per delimitare il confine del giardino, impedendo a insetti e chiocciole di penetrare all’interno.