Seleziona una pagina
  • CAPSULE

    • CAFFE’


    • ORZO


    • GINSENG


    • THE


    • CAPPUCCINO


    • CIOCCOLATA


    • DECAFFEINATO

  • MACINATO

    • ARABICA GOLD


    • AVORIO


    • BIANCO


    • CREAM


    • DECAFFEINATO


    • LATTINE

  • GRANI

    • ARABICA GOLD
      Arabica 100%


    • SILVER
      Arabica 90%


    • GREEN
      Arabica 80%


    • DECAFFEINATO

  • NON SOLO CAFFÈ
  • AREA BAR

Quando diciamo caffè, non possiamo che pensare subito all’espresso, magari di classica Arabica Gold in grani: parte integrante della cultura italiana, per noi la tazzina di caffè è insieme momento di pausa, profumo inconfondibile, gusto di casa e tradizione. Certo, non è sempre possibile gustare tutto l’aroma del caffè caldo come appena servito al bancone del bar, soprattutto quando le temperature salgono. Ecco dunque arrivato il momento per sfruttare una ricetta che il caffè lo serve fresco: vediamo insieme come fare il caffè shakerato, bevanda molto amata in tutto lo stivale, soprattutto nei mesi estivi.

La ricetta del caffè shakerato cremoso e rinfrescante

Diciamolo chiaro: che sia servito al bar o preparato in casa, il segreto per un buon caffè, e di conseguenza per un buon caffè shakerato, è sicuramente la crema. Vediamo dunque insieme come preparare un delizioso caffè shakerato cremoso.

Ingredienti:

  • Caffè espresso Pasqualini
  • Zucchero semolato o zucchero liquido
  • Cubetti di ghiaccio

Strumenti:

  • Caffettiera o macchina per il caffè in capsule/cialde
  • Shaker
  • Bicchieri da Martini

Non tutti sanno che il segreto per un buon caffè shakerato è racchiuso nella temperatura di shaker e bicchieri, che devono essere raffreddati in precedenza: ergo, il primo step che consigliamo di intraprendere è quello di inserire queste componenti fondamentali in freezer qualche minuto prima della preparazione della bevanda.

Preparate quindi una caffettiera di caffè Pasqualini della vostra varietà preferita – Arabica o Robusta, o magari un perfetto equilibrio delle due nella versione caffè macinato Cream – o tre tazzine di caffè in capsule compatibili Nespresso, e versarle all’interno dello shaker, aggiungendo cubetti di ghiaccio in quantità e zucchero. Chiudete lo shaker e agitate con energia per qualche secondo. Infine, usate lo strainer – il cucchiaino forato abbinato allo shaker – per versare il caffè shakerato all’interno dei bicchieri per Martini precedentemente raffreddati e decorate con chicchi di caffè, caffè in polvere o scagliette di cioccolato.

Alcune varianti più ricche, inoltre, prevedono l’aggiunta al caffè shakerato di panna, cioccolato liquido, crema al whiskey o altri liquori.

Come fare il caffè freddo shakerato senza shaker

Se in ogni bar è presente uno shaker, non è comune possedere questo strumento in casa: per fortuna esistono metodi molto semplici per ovviare a questo problema e gustare comunque un ottimo caffè shakerato. Una modalità molto diffusa per il caffè shakerato casalingo prevede la sua preparazione dentro un mixer: gli ingredienti rimangono gli stessi, ma invece che shakerato, il ghiaccio verrà tritato e mescolato così al caffè.

Altro metodo è quello di utilizzare un barattolo di vetro raffreddato al posto dello shaker: sembrerà incredibile, ma il caffè shakerato sembrerà proprio come quello al bar!

 

Pin It on Pinterest